ADE, una “simpatica” omonimia

ADE, Agenzia delle Entrate o Re degli inferiChi è l’ADE? beh potreste avere dubbi, o forse no, perché? Continua a leggere

Cassazione 4516/2012 sentenza illegittimità atti Equitalia

equitalia-divietoRapida segnalazione per importante sentenza Cassazione n.4516/2012, citiamo l’articolo che contiene i link per la verifica, gli elementi sembrano di notevole importanza e quindi, fidandoci della fonte, ve li segnaliamo; ovviamente provvedete alla verifica ed eventualmente fateci sapere: Continua a leggere

Libro: L’obiezione fiscale. Nel diritto positivo e nel diritto naturale

L'obiezione fiscale. Nel diritto positivo e nel diritto naturaleL’obiezione fiscale. Nel diritto positivo e nel diritto naturale
Giammaria L. Ricciotti – ed. Guaraldi
Scheda del libro
“Da tempo assistiamo a una contraddizione insanabile fra i principi costituzionali – che sanciscono in astratto la giustizia, il benessere e la libertà degli individui – e l’azione politica che tende al mero predominio di interessi particolari, fino al recente degrado che la vede spesso coincidere con i soli interessi personali di chi detiene qualunque forma di potere. Continua a leggere

Petizione per abolizione Studi di Settore

Segnaliamo questa petizione per l’abolizione degli studi di settore che rappresentano un grave ostacolo per l’avvio, il mantenimento e lo sviluppo di piccole e micro imprese. A causa di questo strumento, che pretende un ammontare d’imposta imprevedibile e spesso sproporzionata in eccesso, molte piccole e micro imprese devono chiudere e molte altre non possono essere avviate. Continua a leggere

Cassazione n. 3355 del 12.2.2013: NO accertamento studi settore

La procedura di accertamento tributario standardizzato mediante l’applicazione dei parametri o degli studi di settore costituisce un sistema di presunzioni semplici.

 

Cassazione sentenza n. 3355 del 12.2.2013

Fatto

La Commissione tributaria regionale della Lombardia, sezione staccata di Brescia, con sentenza n. 97/64/07 depositata il 30.7.2007 confermava la sentenza della Commissione tributaria provinciale di Brescia che annullava l’avviso di accertamento Iva per l’anno di imposta 1996, avendo L’Ufficio utilizzato i “parametri” di cui all’art. 3 commi 181 e seguenti  legge 28/12/1995 n. 549 senza alcun riscontro contabile, documentale e di valutazione oggettiva della realtà d’impresa. Continua a leggere